Una domenica pagaiando sul Tevere per l’ambiente

CANOA

Domenica 27 ottobre il Tevere sarà il palcoscenico naturale della prima edizione della “Roma Canoe Marathon – Pagaiando per l’Ambiente”, un evento che chiamerà a raccolta sul fiume della Capitale tutti gli amanti degli sport della pagaia. Agonisti e amatori a bordo di canoe, kayak, sup, dragon boat, gommoni da Rafting, con qualsiasi tipo d’imbarcazione singola o multiposto a propulsione a remi e pagaia, solcheranno gran parte del tratto urbano del fiume, passando sotto ben 11 ponti comprese le rapide di Ponte Milvio.

Il primo risultato significativo, grazie all’intervento della Regione Lazio, è stata la pulizia delle banchine e degli argini del tratto di fiume compreso tra il Ponte della Musica e l’Isola Tiberina, circa 5,5 km di sponde tornate a risplendere per accogliere sportivi e spettatori della gara.

Un messaggio ambientale, sociale e sportivo che la Federazione Italiana Canoa Kayak ha deciso di promuovere con il sostegno e la partecipazione di molte associazioni ed aziende che si sono riconosciute nei valori che questa manifestazione incarna. Enel Green Power, azienda leader nel campo delle energie rinnovabili, ha spostato il progetto “griffando” i pettorali di gara e le borracce. AllWave, tra i più importanti costruttori nell’universo della pagaia, ha messo in palio una canoa “Vanguard Scuola” che sarà assegnata con una lotteria ad una delle società partecipanti. Sarà presente anche l’associazione Pagaie Rosa Onlus, composta da tutte donne operate di tumore al seno, la cui finalità principale è proprio quella di migliorare la qualità della vita di coloro che sono affette da carcinoma mammario.

Domenica scenderà in acqua anche il “panda” come primo passo della campagna #LiberiAmoifiumilanciata dal WWF per promuovere azioni che liberino i nostri corsi d’acqua da inquinamento, a partire dalla plastica, e sbarramenti dannosi. Il 41% dei fiumi italiani è purtroppo ben al disotto del buono stato ecologico. Due gommoni da rafting con a bordo un team di volontari e staff WWF, insieme al Panda mascotte, parteciperanno alla gara ‘amatori’ mentre il direttore generale WWF Italia, Gaetano Benedetto, accompagnerà l’equipaggio dell’imbarcazione istituzionale. All’arrivo un team volontari distribuirà materiale informativo su plastica e fiumi nello stand WWF.  Si inaugura così la collaborazione tra WWF e Federazione sancito mercoledì dalla firma di un Protocollo d’intesa.

La manifestazione sarà divisa in due discese: una agonistica riservata ai tesserati della FICK, di  circa 14 km da Castel Giubileo a Castel Sant’Angelo, attraversando gran parte del tratto urbano del fiume e passando sotto ben 11 ponti comprese le rapide di Ponte Milvio. La discesa amatoriale invece sarà a tutti, con qualsiasi tipo d’imbarcazione singola o multiposto a propulsione a remi e pagaia, sul tratto da Ponte Milvio a Castel Sant’Angelo.

Non solo esperti, la Roma Canoe Marathon è aperta anche a coloro che non hanno dimestichezza con gli sport della pagaia ma vogliono comunque vivere una esperienza unica sul Tevere per scoprire le bellezze della città da un punto di vista diverso, unico e suggestivo. Per loro sono a disposizioni dei gommoni da Rafting con istruttori qualificati (previa iscrizione sul sito www.federcanoa.it) con appuntamento alle ore 10 di domenica 27 ottobre presso il Circolo Remiero del Foro Italiano dove avverrà la consegna dell’attrezzatura e la composizione dei gruppi.

Ad accompagnare la maratona in canoa un carosello di eventi che animeranno le sponde del fiume, il Tevere Day, organizzato dall’Associazione Museo del Tevere. Partendo da una ventina di punti di ritrovo da Castel Giubileo al Foro Italico, dal Ponte della Musica allo Scalo de Pinedo, dall’Isola Tiberina a Testaccio, fino a Tiberis – con l’aiuto di guide, esperti ed istruttori – si potranno svolgere tantissime attività sportive, dalla canoa al canottaggio, alle corse in bicicletta, dalle passeggiate attive al mini tennis, al calcetto per i ragazzi, alle bocce, al tiro alla fune, allo Yoga, all’atletica leggera. Così come sono tante le attività culturali, passeggiate con esperti d’arte e storia, musica dal vivo, foodstreet, e molto altro ancora.

Gli organizzatore dell’evento al Coni con il presidente Malagò alla conferenza stampa di presentazione

R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *