Quattordici videoclip per raccontare i vulcani

L’obiettivo del progetto dell’INGV  è quello di favorire una migliore comprensione dei fenomeni vulcanici da parte delle popolazioni esposte. Realizzata dall’Istituto  Nazionale di Geofisica e Vulcanologia una collana di videoclip (doppiati in italiano dall’attore Leo Gullotta) per sensibilizzare gli abitanti di zone esposte maggiormente a rischio vulcanico. Presentati al Liceo Classico “Ennio Quirino Visconti” di Roma, i…

Il Monte Etna sta scivolando lentamente in mare

Il Monte Etna sta scivolando lentamente in mare: a scoprirlo un gruppo internazionale di ricercatori tedeschi del Geomar Helmholtz Centre for Ocean Research, Kiel Germania e della Kiel University Germania;  e italiani,  A. Bonforte, G. Puglisi e F. Gugliemino dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania che nel corso di una campagna esplorativa durata…

In Italia oltre 4,5 milioni di persone in zone ad alto rischio vulcanico

E ‘stato stimato che circa 680.000 persone  vivono nella “zona rossa” del Vesuvio (25 comuni dell’area vesuviana e 3 quartieri di Napoli),   zona esposta al pericolo di scorrimento di flussi piroclastici e accumulo di depositi da caduta;  altre 500.000  (7 comuni e 11 quartieri di Napoli) vivono nella corrispettiva zona rossa dei Campi Flegrei. Due…

Individuata la sorgente magmatica dell’Etna

Potrebbe essere la Scarpata di Malta, la sorgente dei magmi che alimenta le eruzioni dell’Etna e che, in passato, ha dato vita ai vulcani dei Monti Iblei (un altopiano montuoso localizzato nella parte sud-orientale della Sicilia), oggi estinti. A svelarlo, lo studio, Etnean and Hyblean volcanism shifted away from the Malta Escarpment by crustal stresses, condotto da un team di…