Paracanoa: ai Mondiali l’Italia chiude con 2 medaglie e 3 carte olimpiche

Due medaglie e tre carte olimpiche. Si chiude nel migliore dei modi il Campionato del Mondo della Paracanoa a Szeged, in Ungheria valido come qualificazione per le Paralimpiadi di Tokyo 2020. 

Tre gli azzurri in gara oggi tra cui spicca la medaglia d’argento di Federico Mancarella nel  KL2 200 metri che vale il pass a cinque cerchi per Tokyo. In finale l’atleta del Circolo Canottieri Bologna ha fermato il cronometro sul tempo di 42.50, alle spalle dell’australiano Curtis McGrath (42.35), precedendo il bronzo neozelandese Scott Martlew (43.51). Per il bolognese, quinto alle Paralimpiadi di Rio 2016, si conclude una stagione vissuta da protagonista dopo il bronzo conquistato agli Europei e l’argento in coppa del mondo.

Nell’altra finale in programma sabato Eleonora De Paolis (CC Aniene) non è riuscita a conquistare un posto utile per Tokyo nel KL1 200, finendo all’ottavo posto (59.84) nella gara vinta dell’Ucraina Matyna Mazhula (55.99). Argento per la tedesca Edina Mueller (56.97) davanti al bronzo cileno Katherinne Wollermann (58.03). Nella finale B del KL3 200m il lecchese Kwadzo Klokpah ha terminato l’avventura iridata con il quarto posto (44.13). 

Venerdì è stato Esteban Gabriel Farias a conquistare la medaglia d’argento e la carta olimpica nel KL1 200, mentre giovedì Veronica Silvia Biglia ha ottenuto la qualificazione nella nuova disciplina olimpica del VL2 200. 

Per le barche non qualificate ci sarà la possibilità di ottenere il pass olimpico ai prossimo Mondiali del 2020. Saranno solamente 4 i posti disponibili per ciascun evento e dovranno comunque essere rappresentati almeno tre continenti. Ogni nazionale può ottenere una sola quota di partecipazione per gara e i posti eventualmente vacanti saranno assegnati ai migliori escusi. 

Loretta Tarducci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *