La scelta della scuola superiore fatta in solitudine

Se il 46% dei diplomati, al termine dei cinque anni di studio, si dice pentito del percorso di studi scelto bisognerà chiedersi perché. A dare probabilmente una risposta è stato nei giorni scorsi il risultato di un indagine del portale Studenti.it, che ha intervistato 3.500 ragazzi: tra questi, solo il 23% ha detto di farsi consigliare dai genitori, appena il 17% dai prof. Più della metà ha detto invece di scegliere il tipo di scuola superiore in piena solitudine e senza condizionamenti esterni.

Studenti.it ha chiesto ad una psicologa di fornire indicazioni per la scelta giusta. Che sono quelli di individuare una o più figure di riferimento alternative ai genitori – con i quali durante l’adolescenza potrebbero esserci dei conflitti – che conoscano bene caratteristiche, punti di forza e potenzialità dello studente; partecipare agli open day delle scuole e cercare il confronto nei forum studenteschi; utilizzare internet per reperire informazioni su caratteristiche e sbocchi delle scuole che più interessano.

T.R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *