Iniziate le cerimonie per i 75 anni dello sbarco alleato di Anzio-Nettuno

Sono iniziate ufficialmente questa mattina le celebrazioni per il 75° anniversario dello Sbarco Alleato sulle coste laziali. Sia ad Anzio che a Nettuno il programma delle celebrazioni è molto ricco e culminerà il 22 gennaio con una cerimonia alla quale presenzierà il ministro della Difesa Elisabetta Trenta.  In quella giornata le città  di Anzio e Nettuno – sempre rivali –  si riuniranno per le commemorazioni ufficiali che avranno inizio alle 9, con il loro fulcro presso il Monumento ai Caduti di Nettuno. Alle 10.30 le autorità civili e militari del territorio si recheranno al Cimitero americano per l’accensione delle luminarie e per ascoltare il concerto; alle 12.30 si sposteranno presso il Monumento ai Caduti di Anzio e alle 13.20 al porto, presso la Teca del 50esimo anniversario dello Sbarco, omaggio floreale davanti la targa dello Spartan.

Alle ore 15.30 visita del cimitero inglese di Santa Teresa e a seguire a quello di Falasche. (Di tutti questi luoghi fa una originale narrazione geolocalizzata l’interessante App “Montecassino e Linea Gustav”, in cinque lingue, scaricabile da Google Play Store.   L’App ha anche una sua pagina Facebook.

 Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 17 annullo filatelico emesso da Poste italiane e ritirabile presso il museo dello sbarco di Anzio e a piazza Pia.

Oggi ad Anzio i bambini sono stati i protagonisti: in mattinata presso il Cinema Astoria è stata raccontata la storia di Angelita e subito dopo gli studenti di alcune scuole primarie, sfilando in nome della Pace, si sono recati in visita presso il Monumento di Angelita, deponendo fiori ai piedi della statua della bambina trovata e accudita dai soldati americani e divenuta il simbolo di Anzio (la celebra una bella statua di Sergio Cappellini, sul lungomare).

Domani (18 gennaio) alle 11 – sempre ad Anzio – è in programma l’inaugurazione della decima edizione della mostra “Bandiere sul mare” presso la Capitaneria di porto: resterà aperta fino al 27 gennaio.

Il 19 gennaio Villa Sarsina dalle 10 alle 11 ospiterà il convegno: “Anzio una spiaggia lunga novant’anni. Prima e dopo lo sbarco” con Edoardo Vianello.
Il 20 mattina ci sarà il Corteo di mezzi storici, con stazionamento di veicoli militari e d’epoca sulle aree dello sbarco di Anzio: dalla Riviera Mallozzi e dal porto fino alla Riviera Zanardelli.
Dalle 9,30 e fino alle 16 l’allestimento di un Museo a cielo aperto di militaria con una mostra di veicoli storici e divise militari a piazza Pia e Garibaldi.
Sempre il 20, alle 10, a Villa Adele, verrà inaugurata la mostra fotografica e di modellismo. A seguire, alle ore 11, in Piazza Pia e Garibaldi concerto di musica d’epoca con la Corale polifonica Città di Anzio e il complesso bandistico di Anzio.
Alle 14.30 nell’area della Riviera Zanardelli, lo stabilimento Tirrena accoglierà un allestimento di campi militari ed un corteo di mezzi storici.
Il 21 gennaio alle ore 10 al via l’iniziativa ‘Anzio non dimentica’ con la visita al cimitero inglese della zona di Falasche e la deposizione di corone di fiori.

Molto ricco anche il programma di Nettuno.  Tra gli altri eventi segnaliamo il 20 gennaio la regata “GONDOLIERI DI GUERRA, Traversata da Nettuno ad Anzio”, con approdo al Monumento per la Pace Universale, a cura “Lega Voga veneta Nettuno-Anzio” Marinaretti Nettuno. Mercoledì 23 gennaio è previsto un interessante OMAGGIO A ROSSELLINI, una Trilogia di guerra con proiezione dei film “GERMANIA ANNO ZERO”. Infine venerdì 25 gennaio “WAR IS OVER PROJECT”, simbolico abbattimento dei muri del mondo con gli alunni delle scuole di Nettuno, in Piazzale San Rocco.

Patrizia Giannotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *