Faraone: Mentor e Organizzatori, due percorsi per i docenti

Il sottosegretario Faraone ha parlato in questi giorni del futuro dei docenti: “potranno avere – ha scritto – stipendi più alti in buona percentuale in base al merito e potranno scegliere tra due percorsi, quello più legato alla didattica (il mentor) e quello di supporto-organizzativo (il quadro-intermedio). Sono due attività e due impegni che i docenti hanno sempre svolto, non avendoli mai riconosciuti“.

Novità in arrivo anche per i dirigenti scolastici. “Saranno i sindaci della comunità scolastica, non più manager. Questo vuol dire – ha detto ancora il sottosegretario – sgravarli di compiti che non sono pertinenti al loro ruolo. Dobbiamo sburocratizzare la scuola, dare reale autonomia”. Faraone ha quindi promesso la riforma del sostegno: “diventerà affare di tutto il personale scolastico: formazione in servizio per docenti curriculari, personale Ata e dirigenti scolastici e personale altamente specializzato per le disabilità gravi”, ha scritto sempre il sottosegretario Faraone.

L’insegnante di sostegno, infine, potrebbe rimanere tale per tutta la vita lavorativa: “sappiamo che in passato molti docenti sono passati sulle cattedre di sostegno come ‘ripiego’ nei casi di esubero delle proprie classi di concorso, come scorciatoia per passare di ruolo: non può più essere così”, ha concluso Faraone.

Alessandro Giuliani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *