L’olio EVO fa bene al cervello

L’olio extra evergine di oliva (EVO) ha una proprietà benefica in più: fa bene al cervello, soprattutto al cervello delle persone anziane. Lo afferma uno studio, pubblicato su Faseb Journal,  dell’Istituto di biochimica e biologia cellulare del Consiglio nazionale delle Ricerche dove un gruppo di ricercatori guidati da Felice Tirone, in collaborazione  con Laura Micheli,…

Super globuli rossi ingegnerizzati per trasportare farmaci

Un gruppo di scienziati canadesi dell’Università McMaster guidati da Maikel C. Rheinstädter e Sebastian Himbert hanno trasformato i globuli rossi  umani in efficienti vettori per trasportare farmaci all’interno dell’organismo. Globuli rossi ingegnerizzati capaci anche di scovare e attaccare batteri e cellule tumorali.  I ricercatori hanno, infatti,  modificato la loro  superficie con delle speciali targhette molecolari in modo da renderli…

Dal cordone ombelicale una cura per l’”occhio secco”

Nuove speranze per chi soffre della  sindrome dell’occhio secco,  è in sperimentazione su nove persone  all’Ospedale di Alessandria,  un nuovo  collirio ricavato dal cordone ombelicale già brevettato dall’Università di Bologna. La sindrome dell’”occhio secco”  colpisce 350 milioni di persone nel mondo.  In Italia ne soffre il 25% degli italiani soprattutto donne dopo i 45 anni…

Bambini morti in miniere di cobalto: Apple e Google chiamate in giudizio

Secondo l’Unicef sono 40mila i bambini sfruttati nelle miniere di cobalto in Congo ed ora 14 famiglie hanno fatto causa alle grandi multinazionali della tecnologia, Tesla, Microsoft, Dell, Google ed Apple, accusandole della morte o della mutilazione di bambini costretti a lavorare in condizioni estremamente pericolose. La notizia data, due giorni fa,  dal The Guardian…

Animali domestici e uomo moderno: stesso gene per il viso?

L’espressione mite dell’animale domestico e il viso relativamente piccolo e piatto dell’uomo moderno  potrebbero essere opera dello stesso gene, BAZ1B che insieme ad altri geni  controlla  lo sviluppo del cranio e dei lineamenti facciali. Questo gene , secondo lo studio pubblicato su Science Advance – frutto di una collaborazione fra Istituto Europeo di Oncologia (Ieo)…

Alzheimer: scienziati italiani scoprono anticorpo

Scoperta dai ricercatori della Fondazione EBRI Rita Levi Montalcini una molecola, l’anticorpo A13, in grado di fermare la progressione della Malattia di Alzheimer (MA) contrastando i difetti che caratterizzano le fasi precoci della malattia e favorendo la nascita di nuovi neuroni. Gli scienziati, come spiegano nello studio pubblicato su Cell Death and Differentiation, hanno infatti scoperto…