Canoa Slalom: i convocati azzurri per gli Europei in Francia

Definita la squadra azzurra che affronterà i Campionati Europei di canoa slalom in programma a Pau (Francia) dal 30 maggio al 2 giugno. Al termine delle due prove di selezione la direzione tecnica guidata da Daniele Molmenti e Ettore Ivaldi ha ufficializzato la rosa dei convocati che prenderà parte all’evento continentale. 

Dieci gli atleti che voleranno in Francia per affrontare le onde e le paline dello stadio dell’acqua di Pau. La spedizione del kayak monoposto (K1) sarà guidata da Giovanni De Gennaro (C.S. Carabinieri), vincitore lo scorso anno dell’ultima tappa di Coppa del Mondo, Zeno Ivaldi (G.S. Marina Militare) e Marcello Beda (Canoa Club Bologna), mentre nel C1 affronteranno la sfida europea Raffaello Ivaldi (Marina Militare), Stefano Cipressi (G.S. Marina Militare) e Roberto Colazingari (C.S. Carabinieri). La squadra femminile sarà composta invece da Stefanie Horn (G.S. Marina Militare) per il K1, bronzo in Coppa del Mondo lo scorso anno e da Chiara Sabattini (G.S. Fiamme Azzurre), Elena Borghi (Canoa Club Ferrara) e Marta Bertoncelli (Canoa Club Ferrara) per la canadese monoposto (C1). La squadra così composta sarà accompagnata a Pau dai due direttori tecnici e dallo staff tecnico federale composto da Erik Masoero, Matteo Appodia e dal tecnico societario del G.S. Marina Militare Omar Raiba. 

Lo scorso fine settimana, in occasione della gara nazionale di Ivrea si è svolto il secondo ed ultimo atto delle selezioni azzurre: i direttori tecnici hanno potuto osservare le prestazioni dei miglior pagaiatori italiani per completare il quadro di valutazione dopo la prima prova di selezione che si era disputata a Tacen, in Slovenia, nella gara ICF Ranking di fine aprile. Il migliore è stato Giovanni De Gennaro, il Carabiniere di Roncadelle ha infatti portato a casa la vittoria in tutte le prove del K1 maschile valide ai fini selettivi. La preparazione della nazionale italiana di canoa slalom è proseguita dal 6 al 12 maggio a La Seu d’Urgell, in Spagna, sul canale olimpico di Barcellona ’92, sede quest’anno dei Mondiali che varranno anche come qualificazione per Tokyo 2020. 

“Il nostro obiettivo principale sul lungo periodo sono i Mondiali di fine settembre dove ci giocheremo le qualificazioni olimpiche”, spiegano i dt Molmenti e Ivaldi. “Questo raduno pre-europeo ci ha permesso di scaricare un po’ la tensione e soprattutto analizzare con cura le discese per definire i nostri punti di forza e individuare le aree di miglioramento, nonché valutare gli assetti e le misure delle pagaiate. Arriviamo a questi Europei determinarti e con tanta voglia di misurarci in campo internazionale, soprattutto consapevoli di poter far bene e al tempo stesso di avere margini di crescita”.

Patrizia Giannotti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *